“Spero tanto della giustizia di Dio quanto nella sua misericordia. È perché Egli è giusto che è compassionevole e pieno di dolcezza, lento a punire e sovrabbondante di misericordia” (Santa Teresina di Lisieux).

Frase alla quale siamo particolarmente affezionati perché c’è una tendenza generalizzata, nella Chiesa e fuori, a contrapporre la misericordia di Dio alla sua Giustizia. Come se la Giustizia divina sia una mannaia che pone limiti alla sua misericordia, che è, né può essere altrimenti, infinita.

Come dimostra icasticamente il sacramento della confessione, dove il massimo della Giustizia incontra il massimo della Misericordia; dove il penitente, chiamato ad “accusare” i suoi peccati, riceve il Giudizio, che è il perdono divino, l’abbraccio del Padre al figliol prodigo ritornato a casa.

Luca Romano