Articoli

Una preghiera per la Chiesa, questa la richiesta di papa Francesco ai fedeli cristiani di tutto il mondo per il mese di ottobre, perché il Signore la difenda dal diavolo, l’Accusatore, che “mira a dividerci da Dio e tra noi”.

In particolare, essendo il mese di ottobre dedicato alla Madonna, ha chiesto di recitare il rosario tutti i giorni, invitando ad aggiungervi, in conclusione, la preghiera a San Michele arcangelo e la più antica preghiera alla Madonna, il Sub tuum praesidium.

Ma sul punto rimandiamo al comunicato stampa, bello e breve, una paginetta in tutto (cliccare qui), reso pubblico sabato scorso, festa di san Michele Arcangelo.

Abbiamo pensato fosse utile pubblicare le preghiere proposte, dei Pdf che si possono stampare e conservare, per facilitare, del caso, l’adesione all’invito del Papa.

Abbiamo messo due Pdf, con due diverse traduzioni della preghiera a San Michele Arcangelo: la prima è quella proposta nel comunicato della Santa Sede, la seconda un’altra conservata nella tradizione cristiana.

Non vogliamo correggere la Santa Sede, ovviamente, ma ci è cara anche la seconda traduzione, forse un po’ più libera, perché chiede di incatenare all’inferno Satana, perché “scatenato” in questo mondo… era una traduzione cara a don Giacomo e la riportiamo come una sorta di nota a margine.

Val la pena, nell’occasione, riportare alcune righe di don Giussani sul santo rosario, forse uno dei più commoventi commenti a questa preghiera, così povera e umile:

“Il popolo cristiano, da secoli, è stato benedetto e confermato nell’essere proteso alla salvezza, io credo, specialmente da una cosa: il Santo Rosario”.

“Il Rosario è come la sintesi di tutto quello che il popolo cristiano è capace di pensare e di dire a Cristo”. 

“Sintesi di tutto il programma della redenzione del mondo, della dignità da riconoscere, di una carità da vivere, nella vittoria sulla morte nella crocifissione; no, non nella crocifissione, ma nella risurrezione. Perché noi siamo salvati dalla risurrezione” (per l’integrale cliccare qui).

Luca Romano

 

altra traduzione
comunicato stampa